lunedì 8 ottobre 2007

Articolo da Vanity Fair

Ecco un articolo apparso su Vanity Fair che cita il mio blog!

INCLEMENTI CON CLEMENTE: SARÀ MASTELLA A PAGARE PER LA CASTA?

di Enrico Mentana


Non piaceva, ma serviva. E sembrava invulnerabile. Ora gli sparano addosso tutti. Troppi, forse.

Caro Mentana, ma come mai Mastella sta sulle scatole a tutti, tanto che lo stesso Grillo, dopo aver maramaldeggiato per anni, lo ha definito un capro espiatorio? È il simbolo della vecchia politica?
Alberto Tricarico, Milano

A me Mastella ricorda un certo personaggio. Forse lei è troppo giovane per ricordare i Brutos, un complesso antesignano del filone demenziale. Cantavano più o meno bene, ma uno di loro – Gianni – aveva il compito di stonare o sbagliare il tempo, così da beccarsi una immancabile sberla dal compagno che gli stava accanto. L’effetto comico era garantito. Erano molto popolari, e ancor di più lo divennero interpretando un Carosello memorabile, dove lo slogan pubblicitario veniva introdotto dalla fatidica frase: «Gianni, nonostante gli schiaffi che ti sei preso hai sempre una buona cera».

Mastella è proprio così, da decenni: funzionale al sistema politico, utile o indispensabile per ogni maggioranza, preso a pesci in faccia dai colleghi e dalla stampa, ma sempre lì. Spernacchiatissimo durante ogni legislatura, viene corteggiato ogni volta che il voto si avvicina: stando al centro, riceve fiori da entrambi i poli. Potendone scegliere uno solo, sa già che l’altro lo chiamerà traditore per tutta la legislatura: in compenso i colleghi di governo lo guarderanno con sospetto, molti con malcelato disprezzo, come a dire: guarda con chi ci tocca stare per avere la maggioranza.

Già, perché Clemente Mastella ha fatto il sottosegretario alla Difesa con Andreotti nel 1989, il ministro del Lavoro con Berlusconi nel 1994, il ministro della Giustizia con Prodi dall’anno scorso. Può essere considerato l’uomo più a destra della sinistra, o anche il più a sinistra della destra. E lui ci marcia.

Apparentemente invulnerabile – fino a poche settimane fa – a ogni critica, sopporta da un decennio almeno il marchio di principale voltagabbana (certo la concorrenza nel settore non manca). Quando Claudio Sabelli Fioretti cominciò una serie di interviste sul tema, andando a stuzzicare ogni tipo di personaggio, il suo nome saltava fuori ogni volta. Ricorda Sabelli: «Ormai era diventato un’icona del voltagabbanismo. Non c’era intervistato che, per difenderlo o per accusarlo, non avesse fatto il suo nome». Tant’è che, dopo 84 interviste, venne naturale concludere la serie con lui, Mastella. Il fatto è che le due anime forti di questo Paese, quella di sinistra e quella berlusconiana, lo considerano altro da loro, un utile estraneo, uno che lucra una piccola rendita di posizione elettorale e come tale va tenuto buono, ma è l’emblema vivente di una politica che viene dal passato, e che in un mondo migliore non ci dovrebbe essere.

Intanto, però, Mastella conta ancora. E siccome sa come tenere insieme il suo piccolo esercito («Può darsi pure in quarta fila. L’importante è sedersi. Non perdere mai la sedia», intervista al Corriere), si illudeva di essere alla fine sdoganato nell’Italia che conta. Sembrava avercela fatta: non più tardi di un mese fa Telese Terme, dove Mastella tiene annualmente la sua festa di partito, era diventata meta di un pellegrinaggio politico che nemmeno la più riuscita festa dell’Unità ha mai saputo convogliare. Da Berlusconi a Veltroni, da Padoa-Schioppa a Tremonti, Rutelli, Fassino, Amato.

Lui gongolava, come uno che alla fine ha svoltato, da centrista a centrale. Macché: pochi giorni dopo Clemente, il ministro dell’indulto e dell’insulto, era l’eroe negativo del Vaffa Day, l’uomo che Grillo eleggeva a emblema della politica da mandare a quel paese. Pensare che aveva appena preso in braccio Benigni… Reagì bene al primo colpo, il ministro di Ceppaloni; ma accusò il secondo, le foto dell’Espresso sul volo di Stato per il Gran Premio di, e poi le rivelazioni sulle case comprate a prezzo scontato. Era diventato insieme personificazione della politica cattiva che libera i delinquenti e della Casta che lucra alle spalle del contribuente. La sua apparizione infelice a Ballarò ha fatto il resto.

Ora piove sul bagnato. A essere sfottuto ci era abituato, a essere odiato no. I blog apparsi a fungo contro di luidementemastella, ceppalonisburning, mastellatiodio e clementepastella – gli hanno fatto toccare con mano il suo indice di gradimento nel popolo di Internet. L’uomo sul quale già vent’anni fa si ironizzava per via di quei pullman che affluivano a schiere dall’Irpinia per fare la claque alle relazioni congressuali di De Mita («Arrivano le truppe mastellate!») comincia a temere che anche il suo pullman politico si avvicini al capolinea. Sarà lui la vittima sacrificale di questa stagione a tinte forti? A leggere le cronache di questi giorni, sembra tornato il tempo della morte della Dc: solo che quella aveva il 30 per cento dei voti. Lui, Mastella, alle politiche dell’anno scorso ha racimolato l’1,4. Quello era lo scudo crociato, qui sembra che sparino sulla Croce Rossa…


Ringrazio Gab per la segnalazione!



26 commenti:

blogman ha detto...

su http://ilblogdistepniak.blogspot.com/
potete trovare un nuovo "amico" di mastella ... accorrete numerosi!

clemclem ha detto...

ANCH'IO TI ODIO!

Da oggi metto a disposizione dei visitatori del blog un sondaggio per venire incontro agli autori del blog "mastella-ti-odio" denunciati dal Min.Gran.Figl.Di.Putt.Bastard.Raccomandat.Impunit. Clemente Mastella

KeepItReal

http://ceppalonisburning.blogspot.com/

m.t. ha detto...

Caro dis-Onorevole Mastella lei che dovrebbe essere l'emblema della limpidezza, della buona amministrazione, di sicurezza, nonchè di onestà e franchezza, di altruismo e difensore del popolo contro i tanti mali della socità! Invece, (per la carica che ricopre) lei è l'immagine (anzi, l'emblema) della decadenza, della corruzione, del nepotismo, dell'arroganza, dell'intolleranza alla vera giustizia, del regime... insomma dell'Italia che non vogliamo.

Lei è una vergogna per tutti noi!

Invece di rispondere agli italiani (è un dovere rendere conto al popolo di quello che ha fatto in passato e sta facendo dato ricopre il ruolo di amministratore del paese), continua ad evadere alle domande (o accuse) con trasferimenti di magistrati, o facendo del vittimismo o con censure,... e tanto altro!

Vogliamo le sue dimissioni sul tavolo. Abbia il coraggio di questo atto. Lei non è minimamente in grado di tenere sulle sue spalle un compito così delicato!!!

Lasci a persone più competenti e responsabili la sua carica, e vedrà che l'Italia gliene sarà molto grata!

angelo ha detto...

Lettera aperta al Ministro MAstella che filtra i post del suo blog (e quindi li blok)
...filtro o non filtro, il tuo partito è sempre Light!
...ma è Hard, tanto Hard quello che ci costa!!!

ciao Clèment, ringrazia questo momento magico per la tua immagine. La critica ti smagra, ti tonifica, ti tiene sveglio e all'erta, le tue sopracciglia acquistano in velocità, l'articolazione fonetica migliora, consentendoti un più alto indice di comprensibilità, sei il nostro eroe, ti aspettiamo al varco tutti i giorni, sei il nostro "circenses" (mentre il "panem" continuiamo a raccattarcelo da soli), ci rendi sopportabile anche la sagoma plastificata del Fabris che ci porta tue notizie...
non ci lasciare, non ci abbandonare, inventane ogni giorno una delle tue, l'isola dei famosi non acchiappa più, sei tu il nostro "grande fratello", fagliela vedere a chi non ha ancora capito di che "pastella" sei fatto, municipalizza internet (e mettici a capo chi sai tu!), chiudi le tivvù, apri le carceri, mischia le carte e tiraci fuori un bel pokerino d'assi dalla manica...
tu sai come s'ha da fare, molla le briglie ai cani, ai tuoi bravi, privatizza se ti va anche i sette nani, scatena la tua fantasia: saprai risvegliar la mia!

Anonimo ha detto...

Visto a Napoli
su una scatola tipo sardine:
Questa scatola contiere aria respirata dal Senatore Clemente Mastella.
Si prega di non aprire la comfezione, quest'aria emessa dal Clemente è altamente tossica.
Proibita respirarla a tutte le persone oneste.
Si consente l'uso modico solo a persone componenti di mafia drangheta, camorra, corona unita e mafiosi americani, dove Mastella si è recato a spese dei contribuenti italiani per propagandare la sua aria anche negli Stati Uniti.

Anonimo ha detto...

Ho scritto una sacco di commenti sul blog di Mastella, senza insulti ma con domande scomode e lui sapete cosa ha fatto? Ha censurato tutto. Senza rispondere nemmeno alle domande, ed io da persona educata non l'ho insultato e mi sono comportato in maniera educata. Sapete poi cosa ha fatto? Costringe solo colorom che hanno un account di google a commentare. Se non hai l'account non puoi lasciare commenti. Adesso vi rendete conto che buffoni che sono questi politici?

Anonimo ha detto...

I politici sono tutti dei pezzi di M***a. Guadagnano troppo e non fanno un c***o. Io invece devo rompermi il culo sui libri senza mai arrivare a guadagnare quanto loro. Ma xkè non fare una bella petizione e prenderli tutti a calci nel culo? Così ci leviamo di mezzo anke il ministro delle ingiustizie?

Caterpillar ha detto...

mastella autonominati per uscire dalla casa del "Grande Fratello Parlamento", cosi' ci fai un favore. Poi che si autoeliminassero tutti gli altri drogati, pregiudicati, gentaglia che va a travestiti (pure brutti) che stanno a Montecitorio o a palazzo Chigi. Saremmo piu' contenti, vogliamo gente onesta in Parlamento, ma credo sia una utopia

ATTENZIONE!!!!!! ha detto...

ragazzi, fate molta attenzione al sito "emergenza democratica" ... è di tale massimo albano detto "banfer", del quale ha parlato anche striscia.
con la scusa dell'anti-politica vuole fare soldi!

spadafora live ha detto...

leggetevi questa articolo che tenta di spiegare il perche de magistris non e' stato trasferito per il momento e' una piena sconfessione del pastella (uhm come rido)

http://www.repubblica.it/2007/09/sezioni/cronaca/pm-catanzaro/guardasigilli-sconfessato/guardasigilli-sconfessato.html

http://spadafora-live.blogspot.com/

Anonimo ha detto...

www.fucinariformista.it -> Una chiave di lettura distaccata ed equidistante delle ultime vicende. Molto interessante

Anonimo ha detto...

Archivio blog
▼ 2007 (38)
▼ 09/30 - 10/07 (3)
Come se io sia l'emblema...tabulati e Gozzini
Legge Gozzini
Tutto tranne che l'italiano
► 09/23 - 09/30 (5)
L'intossicazione del blog
Un due tre... Stella
Un libro a quattro mani
Non mi sembra poco
Sono io il Male d'Italia?
► 09/16 - 09/23 (3)
Quelli del bollino
Grillo,Mastella,Prodi e l'alzheimer
Grillo? Un delinquente senza cuore
► 09/09 - 09/16 (3)
"Libero" volo (parte seconda)
"Libero" volo (parte prima)
Grillo e il Qualunquismo appoggiato
► 09/02 - 09/09 (2)
grillo o pinocchio?
Benigni, la pietà, l'indulto e Grillo
► 08/26 - 09/02 (2)
Due cose sulle case e sulla Casta
L'importanza di Telese
► 08/05 - 08/12 (2)
Il fallimento del bipolarismo e il mare, ovvero il...
La natura del mio blog e le risposte ai commenti
► 07/29 - 08/05 (2)
Sandra, io...e Sophia Loren
Torno a postare con fatica
► 07/22 - 07/29 (2)
Di Pietro, l'indulto e il qualunquismo
D'Ambrosio, Di Pietro e la Coce Rossa
► 07/08 - 07/15 (5)
Come Paris Hilton e non come Benedetto Croce
Soddisfatto
Stanco ma sereno
Non so se sarà bello
Oggi che la chiedo io
► 07/01 - 07/08 (5)
C'è in giro chi ci prova
Il caso Grillo
Referendum trappola
Speciale e il bicchier d'acqua
Mastella allo specchio
► 06/17 - 06/24 (1)
Intercettazioni e magistratura
► 06/10 - 06/17 (1)
Inferno
► 05/27 - 06/03 (1)
Mastella scrive a Pezzotta
► 05/20 - 05/27 (1)
Nel ricordo di Falcone
Collaboratori
Sen.Clemente Mastella
Clem
Pubblicato da Sen.Clemente Mastella - giovedì, ottobre 04, 2007

0 commenti

Pubblicato da Sen.Clemente Mastella - mercoledì, ottobre 03, 2007

0 commenti

Pubblicato da Sen.Clemente Mastella - lunedì, ottobre 01, 2007

84 commenti
Pubblicato da Sen.Clemente Mastella - sabato, settembre 29, 2007

101 commenti

Pubblicato da Sen.Clemente Mastella - sabato, settembre 29, 2007

23 commenti Pubblicato da Sen.Clemente Mastella - sabato, settembre 29, 2007

26 commenti


Pubblicato da Sen.Clemente Mastella - lunedì, settembre 24, 2007

19 commenti


CHI MI SPIEGA IL MISTERO DI MASTELLA:
sul resoconto mensile risultano un numero minimo di post
POI ALL'IMPROVVISO APPAIONO MOLTI POST CHE PRIMA NON RSULTAVANO.
SARA' COLPA DI UN COLLABORFATORE O MASTELLA FA ANCHE IL MAGO,APPARE A NEW YORK CON LA BANDIERINA ITALIANA
A FIANCO DELLA MOGLIE E NELLO STESSO TEMPO FA APPARIRE RISPOSTE AL SUO BLOG CHE PRIMA NON ESISTEVANO.
MISTERI DEL CEPPALONICO MOLTO BRAVO AD OCCULTARE LE COSE PER POI FARLE APPARIRE AL MOMENTO GIUSTO.
UN ELEMENTO MIGLIORE DI LUI CERTO LA POLITICA ITALIANA NON SARA' CAPACE DI RITROVARLO.
QUALCUNO PER FAVORE MI SPIEGHI IL SIGNIFICATO DI QUESTE ASTRUSE MANOVRE, PERCHE' IO NON RIESCO A CAPIRNE IL SIGNIFICATO.
GRAZIE.

10/10/07 9.25

Anonimo ha detto...

http://understatement.ilcannocchiale.it

Lui però si caproespiatorizza da sé

lukas ha detto...

ragazzi, i blog-truffa stanno nascendo come funghi, fate MOLTA ATTENZIONE.
Questo qua prodiromano.blogspot.com vi imbottisce di cookie per fregarvi i dati personali! NON CI ANDATE!
PS per inciso è anche un concentrato di insulti senza nessuna spiegazione.

Anonimo ha detto...

MASTELLA PUPAZZO!!!

er miguz ha detto...

ci ho oprovato...
giuro che ci ho provato...
...ho provato a postare commenti sul blog di quel tizio... non ho mai postato UN insulto che sia UNO..
anzi, ho anche provato a scrivere degnamente, non come al mio solito, la solita lista di inutili improperi..
ma nulla... il tizio non solo non risponde.. neanche pubblica i commenti..
bah.

antonio alessi ha detto...

PROPOSTA DI LEGGE dell'On. Angela NAPOLI su Avocazione allo Stato dei profitti politici illegittimi.
Sosteniamola e diffondiamo la notizia.

http://angelanapoli.blogspot.com

Gigi ha detto...

Mastella vattene a fanculo!

erpiotta ha detto...

Il popolo titillato da Grillo è il peggio di questo Paese e di qualsiasi Paese. Non c'è da capire o da intercettare: è una categoria dello spirito, sono i bruti e gli informi di Nietzsche, ignoranti nell'anima, invidiosi sociali. Odieranno sempre il politico e chiunque spicchi, perchè nell'altrui compiutezza e appariscenza scaricheranno le colpe della loro mediocrità. Nulla basterà mai loro, neanche se un ministro guadagnasse 50 euro al bimestre e girasse in bicicletta blu. Presi da soli sono amebe annichilenti, in gruppo invece si fanno tipicamente squadristi, insultano, fanno mucchio, godono per chiunque rotoli nella polvere. Ovvio che un domani potrebbero farlo tranquillamente anche per Grillo

Avvocato Della Noce ha detto...

Quelli di EMERGENZA DEMOCRATICA sono arrivati alla frutta, anzi, all'ammazzacaffé. Mi stupisco della incompetenza dei realizzatori di questa truffa. In sostanza loro dicono che stanno raccogliendo le firme in forma anonima e che una volta raggiunto il numero necessario, voit la, si presenteranno con la proposta di legge davanti a tutta Italia, addirittura pretendendo delle scuse. Permettetemi di ricordare a tutti come funziona la legge italiana in merito a proposte di legge popolari.
1) PRIMA di raccogliere le firme bisogna PRESENTARSI presso la Corte dei Conti con la proposta di legge giá pronta.
2)La proposta di legge deve essere accompagnata da FIRMA AUTENTICATA del promotore della legge, accompagnato da due testimoni (proprio come ha fatto Grillo).
3)La corte verifica la coerenza legale e costituzionale del quesito e dà il via libera.

QUINDI PRIMA SI PREPARA LA PROPOSTA DI LEGGE CON TANTO DI PUBBLICAZIONE E VERIFICA DELLA IDENTITÀ DEI PROMOTORI E DOPO SI RACCOLGONO LE FIRME, NON IL CONTRARIO!!! SVEGLIA GENTE!!!!!

E voi di Emergenza democratica, informatevi meglio prima di cercare di fregare la gente!

Il Picchio ha detto...

io dico solo: basta con tutti questi politici che mangiano e basta!!! via libera alla nuova politica..

m.t. ha detto...

Sono stufo di questi partiti fatti dalle solite facce!!!!!!

Sono stanco delle belle parole per raccimolare voti, ma al momento dei fatti si rivelano delle clamorese prese per il culo.

Sono stufo di questa gente che una volta al potere fa il bello e cattivo tempo come cazzo gli pare senza più rispetto verso il cittadino che l'ha votato!

Questa gente fonda partiti con nomi altisonanti ma di fatto sono sempre gli stessi. IL LUPO PERDE IL PELO MA NON IL VIZIO! E' tutto un magna magna generale!

Se un politico (nell'arco della sua vita politica) ha avuto a che fare, anche in maniera riflessiva con faccende sporche, per legge dovrebbe essere buttato fuori a calci nel culo. Impedirgli qualsiasi tipo di ritorno. Fargli una bella riga sopra e cancellarlo da qualsiasi posto che abbia a che fare con cariche o amministrazioni pubbliche.

Vogliamo FACCE NUOVE, facce pulite, con coscienza, con dignità al VERO servizio del cittadino!!


Prima ripuliamo completamente il parlamento e i partiti fino in fondo.

Poi ricominciamo con gente pulita incensurata e trasparente senza raccomandazioni...

Basta con i soliti oratori retorici!

Sono davvero al limite della sopportazione...

AvvocatoDelDiavolo ha detto...

da lasteccanelcoro.blogspot.com

Sig. Ministro vada a ringraziare di cuore la Procura di Catanzaro ove sembra che Lei sia stato iscritto nel registro degli indagati.Eh sì, sembra perchè ,more solito, la fuga di notizia verso la stampa (è la volta del quotidiano destrorso "Libero") è stata inarrestabile.O le notizie sono "centometriste" e quindi inarrestabili nella loro fuga , o sono stati davvero bravi i giornalisti ed il Direttore di Libero (giornale di destracentro) ad acquisire questo scoop, così come mesi fa lo fu Panorama (giornale di centrodestra) sugli indagati Prodi e Company.Dicevo, Sig. Guardasigilli ringrazi la Procura di Catanzaro perchè attraverso questo grande assist Lei ha dimostrato come tutto ciò che aveva fatto prima (invio degli ispettori a Catanzaro etc) non era funzionale a difendere sè stesso, ma la Giustizia.Difatti solo dal 14 Ottobre Lei sarebbe iscritto nel registro degli indagati.Non prima.Son serviti tutti i dietrologisti invidiocastisti (invidiosi della cd Casta) che avevano visto il suo intervento come l'effetto di un Suo diretto involgimento nell'inchiesta. A meno che si voglia pensare che Lei abbia avuto poteri apotropaici (ovvero capaci di scacciare gli effetti nefasti) fino al 14 Ottobre.Un fatto è certo:il Sig. Ministro ha fino ad adesso agito non nel suo interesse, in quanto fino al 14 Ottobre non era indagato.Precisiamo che il Ministro non ha neppure ricevuto un avviso di garanzia.Ma si sa ,anche un'alito di vento in casa Mastella, diventa per gli italiani una nefasta tromba d'aria.E' inutile Sig. Guardasigilli che continui a dichiarare a più riprese "di non essere mai stato iscritto a nessuna loggia massonica, nè in Italia nè all’estero, e di non aver mai partecipato a comitati d’affari o a singoli affari, come testimonia la mia trentennale vita pubblica e parlamentare nella prima, nella seconda e spero anche nella terza Repubblica». Coloro i quali la stanno perseguitando fanno filtrare notizie prive di fondamento come ho già avuto modo di scrivere http://lasteccanelcoro.blogspot.com/2007/10/chi-c-dietro-dementemastellablogspotcom.html .Ci chiediamo perchè la Procura di Catanzaro ,nelle cui stanze sembra ci sia una brezza insostenibile (altro che tscunami) , che fa volare le carte giudiziarie relative ai grandi politici sempre verso Milano (prima verso la Redazione di Panorama e dopo verso quella di Libero) non confermi, nè neghi ufficialmente la notizia dell'iscrizione nel registro degli indagati. Ormai la frittata è fatta:soprassedendo non si fa che lasciare nell'ansia i cittadini come il Ministro Mastella che hanno diritto di sapere, non da Libero o Panorama, ma attraverso atti formali, quando potere attivare la propria linea difensiva.Si è detto che c'è un segreto istruttorio.E' vero. Ma ormai la notizia è uscita.Vogliamo lasciare sulla "brace" un cittadino italiano che non sa cosa gli sta accadendo (un tempo si diceva "non sa chi di che morte morirà"? Intanto abbiamo notizia che la Procura di Catanzato ha sottratto a De Magistris l'indagine sul Sig. Ministro.Non crediamo sia certo una vittoria per il magistrato catanzarese.Comunque ,anche in questo momento, è bene ricordare che il Sig. Dott. De Magistris aveva presentato mesi fa, ovvero prima del deferimento al CSM, una richiesta di trasferimento.Ma come mai poi tutte quelle sollevazioni di popolo per far rimanere De Magistris a Catanzaro?Non ci si capisce più niente.Il Dott. De Magistris ha cambiato idea e vuole rimanere a Catanzaro o no? Addirittura i suoi legali sembra stiano utilizzando i metodi avvocateschi più sottili per impedire al CSM di giudicare su alcuni punti dell'incolpazione al CSM (vedi più estesamente http://lasteccanelcoro.blogspot.com/2007/10/e-i-difensori-di-de-magistris-lombardi.html ).Comunque si dà il caso che il Sig. Ministro Mastella nella sua vita sia stato indagato solo una volta ed anche assolto.La Sua fedina penale odora di bucato.Quella di altri politici,diciamo...meno.Molto meno.Sicuramente il Sig. Ministro non ha fatto sempre bene (vedasi poco coraggio nel supportare un proprio DDL realmente "liberalizzatore" delle professioni, fino ad arrivare alla non condivisibile firma dell'atto con cui Storace potrà essere perseguito per le proprie opinioni espresse nei confronti del Presidente della Repubblica Napolitano).I Cittadini sanno o no che il Ministero della Giustizia ,però, in quasi un anno e mezzo di lavoro, ha saputo legiferare assai più degli altri Dicasteri? Parliamo dell'indulto (che si attribuisce solo a lui ma è stato votato dal 75% dei parlamentari), del DDL sull'ordinamento giudiziario che ha cassato quel vergognoso attacco all'indipendenza della magistratura che era il DDL Castelli.In più il Ministero della Giustizia sta cercando di portare a termine un provvedimento ,a tutela dei cittadini, sulle intercettazioni telefoniche.Vi sembra poco?Ma perchè quindi quest'odio per Mastella?Perchè questi presunti "agguati mediatici" (vedi http://lasteccanelcoro.blogspot.com/2007/10/ecco-chi-il-traditore-che-ha-ideato.html e http://lasteccanelcoro.blogspot.com/2007/10/dopo-anno-zero-sono-sempre-pi-dalla.html ) solo contro di lui? Si sprecano conto il Sig. Ministro numerosi siti internet a lui (negativamente) dedicati (http://clementepastella.blogspot.com/ , http://mastellauncensored.blogspot.com/ fino ad arrivare a http://www.mastellatiodio.blogspot.com/ Non c'è nessuno che ponga il problema che questi siti, anche ovviamente indirettamente, possano far crescere così tanto l'odio (per me assolutamente immotivato) per un Cittadino italiano tanto che qualche balordo possa pensare di farsi in(giustizia) da sè? O la Giustizia vale per tutti tranne che per il Ministro di Giustizia?

Anonimo ha detto...

MASTELLA è CORNUTO, NON VUOLE FARLO SAPERE IN GIRO E PERCIO' CHIUDE INTERNET!
MA CI PENSIAMO NOI A DARE NOTIZIA DELLE CORNA DI MADRE CLEMENTE DI CALCUTTA:
La cornificazione del Mastella Pellegrino in Ceppaloni.
Settembre 2007: in paese corre voce che la nuora di Clemente, tale Alessia Camilleri ha tradito il figlio primogenito del Mastella, Pellegrino (Mastella, N.d.R.)allorquando la famigliola ha trascorso alcuni giorni di vacanza agostana sulla barchetta di Della Valle Renato, noto venditore di scarpe di pezza.
Mentre il mastellino Pellegrino era ancora a Roma a lavorare presso il ministero Attività/produttive (dove il paparino lo ha piazzato a fottersi uno stipendio ingiustificatamente), l'allegra brigata familiare dei ceppalonici, formata dal ciccione Clemente, dalla sua signora Sandra Lonardo e dalla moglie del figlio Alessia Camilleri [in mastella per anni uno e mesi due] hanno raggiunto il loro compare Della Valle Diego sulla barca di quest'ultimo ormeggiata a Capri per poi recarsi alle isole Eolie.
Dopo alcuni giorni, il mastellino Pellegrino raggiunse anch'egli l'allegra brigata dei gitanti ma ebbe un'amara sorpresa: trovò sua moglie Camilleri Alessia che giaceva nuda in una cabina sottocoperta dove si era intrattenuta con il figlio di Della Valle. Sbigottito da quella brutta sorpresa, il mastellino scoppiò in lacrime e rimase scottato al punto che non volle partecipare nemmeno al gran Premio di Monza insieme al babbo Clemente (che doveva aggiustare la causa della McLaren contro la Ferrari presso il tribunale di Monza e che perciò ivi andò per incontrare il vecchio Briatore che si era offerto come mediatore e rimediatore per parte McLaren). Fu così che il cornuto mastellino decise di avviare le pratiche di divorzio. Se prima i 2 sposi Mastella Pellegrino e Camilleri Alessia vivevano in una delle tante case del ceppalonico a Roma, adesso Alessia se n'è andata via da quella casa e si è trasferita in una località del norditalia per vivere con il figliolo di Della Valle Diego.
La storia andava avanti da diverso tempo e per rimediare, il grasso Clemente introdusse una legge bavaglio contro la stampa italiana tutta. Avendo saputo dai servizi segreti ceppalonici che in un blog di Foggia era comparsa la notizia del figlio Pellegrino cornificato da Camilleri Alessia, Mastella Clemente decise di chiudere internet a costo di fermare la storia del progresso scientifico e tecnologico della quale è perfettamente ignorante.

Anonimo ha detto...

La ringrazio per intiresnuyu iformatsiyu

Anonimo ha detto...

good start