domenica 23 settembre 2007

Don CLEME'...

Io mi chiamo Clemente Pastella
è sò il controllore più bello che c'è
io mi chiamo Pastella Clemente
e stò mmiez ò burdello dal '76

alla centesima intervista
alla sera mi sento uno straccio
per fortuna che tra la mia gente
ognuno si guarda e io mi guardo da mé

Tutto il giorno con quattro infamoni
briganti, papponi, cornuti e lacchè
tutte l'ore cò 'sta fetenzia
che sputa minaccia e s'à piglia cò me

ma alla sera m'assetto papale
dint'o night e mi faccio il serale
mi rilasso e mi sballo nu poco
mi spiego che penso e mi prend'ò cafè

A che bell'ò cafè
sol'a Napule 'o sanno fa
co' à ricetta ch'à n'amico bello
compagno e partito
ci ha dato mammà

Prima pagina venti notizie
ventuno ingiustizie e lo Stato che fa
si costerna, s'indigna, s'impegna
poi getta la spugna con gran dignità
mi scervello e mi asciugo la fronte
trà chi contesta e chi mi risponde
a' lloro ribbatto... chè d'é?
Si a politica mia nun v'é piace
chiedeteci e'lleggi a chi sà chiù di mé

Tutt'e iuorne pé fora alla casa cè
tengo nù seguito e gente e lacchè,
nù favore non nego a nisciuno
si ddoppé nù voto ncè iesce pè mé
tutt'o riest dei miei cumpare
pure a Cristo ci levano 'a croce
ò rispetto nun sann' che dè
volite 'a spremuta o volite 'o cafè

A che bell'ò cafè
sol'a Napule 'o sanno fa
co' à ricetta ch'à n'amico bello
compagno e partito
ci ha dato mammà

A che bell'ò cafè
sol'a Napule 'o sanno fa
co' à ricetta ch'à n'amico bello
compagno e partito
ci ha dato mammà

Nel paese ci stà l'inflazione, la svalutazione
e la borsa ce l'ha chi sà sape àrrubbà,
sti famiglie con uno stipendio
non ponn' fa a spesa e nun ponn' campà
Poi mi imputano 'finta innocenza...
sì l'indulto ls'é fatto, e vabbè
non ho chiesto la grazia pe' me
ma soltanto nù piccolo sconto
per chi stava dentro e felice nunn'è


Pé stì legge vi faccio un appello
che ogni processo mò sadd'accurcià
na penzat'aggio fatto e s'impone
che tutto si faccia alla televisione
Nce né andiamo dalla "De Filippi"
E faccimme "Ncè posta pe tè"
Quannè iesce a sentenza bbrindamme
gradite " O' Campari o volite 'o cafè

A che bell'ò cafè
sol'a Napule 'o sanno fa
co' à ricetta ch'à n'amico bello
compagno e partito
ci ha dato mammà

A che bell'ò cafè
sol'a Napule 'o sanno fa
co' à ricetta ch'à n'amico bello
compagno e partito
ci ha dato mammà

Qui non c'è più decoro le carceri d'oro
ma chi l'ha mai viste chissà
chiste so' fatiscienti pe' chisto i fetienti
se tengono l'immunità

Chi stà dint' nun tène lì santì
si è tenesse nun stesse più quà
sol'e pover stann' n'galera
e intant'é fetiente se stanno a spassà

A' giustizia in Italia e precaria
più precaria ca nun sè pò fà
nù processo cà mò s'accummencia
p'à fine d'o secolo forse cià fà
nci'apparamma con la prescrizione
si l'archiviazione possibil' 'unnè
tant'è o stesso...., ma chi se n'addona...
che crema d'Arabia ch'è chisto cafè!

LUIGI IOVINO

22 commenti:

Anonimo ha detto...

ho scritto un commento intriso di servilismo... vediamo se mastella gradisce e lo pubblica sul blog.







Illustrissimo Senatore Clemente Mastella, è con emozione e piacere che leggo per la prima volta il suo blog. Mi complimento Vivamente per tutte le opinioni da lei espresse e
per il lavoro che svolge il suo partito, che rappresenta chi spesso in questa italia viene soverchiato dai potenti e zittito in malo modo
da un sistema ormai privo di valori.

La prego di continuare con il suo duro e coraggioso lavoro e di non cedere ai tanti neo-giacobini che
creati da sistemi perversi e deviati, pretendono di alzare cosi di insulti privi di proposte senza nemmeno poter lontanamente comprendere quanto sia complesso e difficile un compito quale il suo... manifestando pealtro una chiarissima non-comprensione dell'essenza della Democrazia.


Le rinnovo ancora una volta i miei
comlimenti e le auguro di poter in fuuro continuare a rendere i suoi servigi a tutta la nazione.

grazie di tutto!!!

ratto83 ha detto...

*Ciao pastè!! Ho appena postato un commento sul suo blog. Un commento che non si può rifiutare... ahahahah beh eccolo:*
----------------------------------
Nome: CAMPANELLA (vediamo se si incazza per il nome)


Caro Clemente,
giungo con tristezza nel Suo blog.
Vengo per darLe tutto il mio sonstegno morale perchè sta facendo grandi cose e voglio che sappia che la sosterrò con tutte le mie forze.
Cordiali saluti
Un amico.

Anonimo ha detto...

caro clemente,non ti preoccupare,sarò clemente.e........ smettila di piangere.ogni volta che leggo il tuo blog per farmi due risate ,mi ritrovo il portatile in una valle di lacrime.ci scrivi che sei un poveraccio;che hai i debiti in banca;che abiti in un tugurio di 60mq;che tua moglie per aiutare la famiglia è emigrata e fa la pendolare da ceppaloni a napoli;che tuo figlio,precario in un call center,non aveva i soldi per il treno e ha fatto l'aereo-stop a fiumicino(che culo, ha pure trovato il passaggio;io non ci sono mai riuscito);che c'e un signore con accento molisano che ti fa gli scherzi telefonici di notte;uno genovese che ti rompe in continuazione e che non legge le tue risposte;un altro che non crede che gli fai cadere il governo e l'altro con la bandana che non crede che ti siedi a tavola coi comunisti.ti prego,basta.il problema mio caro clemente è che purtroppo tu hai stancato tutti con il tuo sederino(?) attaccato alla poltrona. vedi clemente,se avessero scritto di me ciò che abbiamo letto quest'estate in quel libro,non avrei saputo dove nascondermi.credo che il problema non è l'aereo di stato,ma è che non hai mai fatto un cazzo di lavoro, che vivi da 30 anni sulle spalle degli italiani e prendi anche una lauta pensione.col culo che hai indovini ogni volta la coalizione vincente e con 300 mila voti ti fanno fare anche il ministro.Poni fine al nostro enigma una volta per tutte, stai a destra,sinistra,centro,noi ancora non lo abbiamo capito.vedi caro clemente, che sono stato clemente,ma chi con te è ancora più clemente è beppe grillo perchè tutte le cose che dice su di te sono sempre poche rispetto a quelle che ti meriti.un saluto da uno che pagherà 170000 euro di mutuo in 25 anni per 80mq e che guadagna 1/20 di te. pasquale bellachioma

Anonimo ha detto...

questo post e' semplicemente stupendo. Grande pastella!!

Pierpaolo ha detto...

Caro Ministro,
mi ha incuriosito il fatto, dopo averlo sentito da Beppe Grillo, che anche lei ha un Blog, (pensi un po' , le ha pure fatto pubblicità!) e quindi mi sono deciso a visitarla.
Io sono stato al V-Day, ma ci tengo a sottolineare che se pur la frequentazione di certi ambienti porti come conseguenza alla naturale simpatia o antipatia per questo o quel personaggio, mi ritengo una persona abbastanza obbiettiva quindi non sono qui per sparare a zero su di lei, o a dare giudizi più o meno esatti, ma per cercare di capire che tipo di persona sia, per farmi un'idea su di lei e al limite una posizione nei suoi confronti.
Quello che vorrei dirle, anche alla luce del successo del V-Day, e nel caso non se ne fosse accorto è questo: la gente, a quanto pare, è stufa.
Certo, " chi è causa del suo mal pianga se stesso" nel senso che se uno con 900 euro di stipendio poi s'impegola con finanziamenti per avere tv al plasma, macchinone, hi-fi ecc. poi non può pretendere di lamentarsi perchè non arriva a fine mese, o perchè la pasta è aumentata. Dovrà però ammettere che se poi il cittadino viene a sapere che voi, lei e non so chi altro, prendete un aereo pagato con i nostri soldi per andare a vedere un gran premio, beh, è normale averle girate; idem se viene a sapere che sua moglie è comunque in posti chiave della politica, e suo figlio, e che lei ha acquistato a Roma quanti? Sette appartamenti mi sembra a prezzi che fanno ridere!
C'è però da dire che siamo italiani, siamo tutti un po' così, e chi altri, al suo posto non avrebbe fatto lo stesso? Io non l'avrei fatto? Forse sì! O forse no invece, e sapendo che questo è un momento sociale particolare, probabilmente avrei evitato certi scandali, avrei evitato ulteriori strattoni ad una corda oramai logora e sfilacciata.
Quello che deve capire, caro sig. Ministro, è che nessuno pretende che voi politici siate casti e senza macchia e senza paura, per carità, solo dovreste essere un po' più rigorosi vista la posizione, dare un po' di buon esempio (ricorda che se ne parlava anche al catechismo?), a maggior ragione se cristiani o comunisti!
Nessuno pretende che facciate il vostro lavoro gratuitamente, o che dobbiate pagare con le vostre tasche gli spostamenti e i viaggi di lavoro, ma voi esagerate!
La cosa però che più da fastidio è che non ci sono più certezze! Ma vi rendete conto che qui in basso nessuno ci capisce più niente?
Dite di essere un governo di centro sinistra che promette ritiri di truppe e cultura di pace, attenzione all'ecologia, protezione ai salari e cosa fate? Rifinanziamenti alle missioni, Tav e Basi militari, prezzi in continuo aumento e come se ciò non bastasse, le tasse.
Oramai non credo esista più nemmeno differenza tra destra e sinistra, concetti astratti e consunti che secondo me tenete in vita solo per far litigare noi, mentre voi, dietro le quinte di talk show vari dove ostentate dialettica tagliente e ingiurie contro gli avversari politici poi vi date tante belle pacche sulle spalle e confabulate per il prossimo aumento del vostro stipendio.
C'è un tale vuoto tra noi e voi, vuoto che si colma velocemente anche con le uscite di un semplice comico, che però ti parla di cose magari a cui avete accennato anche voi, ti porta dati e pareri di gente competente, e, soprattutto, cosa quasi miracolosa al giorno d'oggi di cui voi avete perso il senso, ti dà le soluzioni.
Il problema di queste oramai "mitiche" risposte è che se si considerano le regalie e i favori tra partiti, se si mette in mezzo la corruzione, se poi gli si butta sopra anche un po' di ipocrisia e di dialettica, beh, le soluzioni diventato astruse ed irrealizzabili. E qui ci si chiede "Perchè no?" "Perchè non si può?"
Io penso che sia ora di dare queste risposte concrete alla gente, e non pagliette e lustrini, o magari agevolazione per guardare la TV che ci rincretinisce e basta.
E' tempo di scelte forti caro sig. Mastella. Perchè non far pagare l'ICI alla Chiesa? Salterebbe fuori una finanziaria. Perchè non tagliarvi certi lussi e magari andare dal barbiere come tutti a 15 euro (si trovano anche a meno), o al bar a pranzo con i buoni pasto invece che al vostro ristorante che a testa costa 90 euro? Forse ci faremmo un'altra finanziaria e sono sicuro che se poi doveste levare dalle storie tanti fannulloni che vi circondano magari riusciremmo anche a levarci il debito (che deve essere oramai di 5000 euro procapite) dalle spalle.
Io non so se leggerà quanto le ho scritto, e se lo farà forse alzerà spallucce perchè non credo gliene freghi più di tanto di cosa pensa un 32enne che nemmeno la vota.
So però che sono stanco, stanco di darvi tanti, troppi soldi che se mi tenessi vivrei nel lusso, stanco di vedere gente che non ce la fa quasi a mangiare, stanco di vederne altra che invece vive in un lusso da fare vergogna e senza nemmeno lavorare; stanco di vedere la persone tristi, arrabbiate, indignate, schifate per i vostri comportamenti e il fatto che tanti siano andati al V-Day è una prova di quest'aria pesante.
Ora, lei può agire come preferisce di fronte ad un evento come questo.
Può catalogarlo come un evento da "qualunquisti" ma allora sarebbe superbo e altezzoso oltre che menefreghista di fronte all'insofferenza che tanta gente ha espresso in piazza (e le ricordo che la manifestazione non è stata nemmeno pubblicizzata da tv, giornali, ma solo da passaparola e internet, s'immagini cosa potrebbe accadere se ci fosse più propaganda). Potrebbe altresì fregarsene, ma allora dimostrerebbe scarso senso politico di fronte ad un fatto che la politica stessa non può ignorare. Potrebbe infine interessarsi ed informarsi sulle motivazioni, sui perchè, e magari cercare di capire che seppur nessuno del suo movimento è stato al V-Day, ci sono stati comunque tanti cittadini, persone a cui lei, in quanto Ministro della Repubblica, deve comunque render conto.
Cordiali saluti.

Luigi IOvino ha detto...

Ciao,
Sono l'autore di questa schifezza di canzone..., dichiaro di averla scritta in un momento catartico..., mi sveglio di soprassalto..., di notte..., sospeso tra uno stimolo corporale ed uno poetico..., questa volta ho partorito stà canzone..., altre preferisco andare in bagno...!!!

P.S. forse con un Ministro della Giustizia diverso non avrei avuto bisogno di svegliarmi di notte, di soprassalto, sognando che alcuni giudici mi correvano appresso con sentenze ridicolmente ipocrite e inveritiere...

LUIGI IOVINO - www.luigiiovino.it

P.S., P.S.

Ho letto che gli autori di questo Blog sono di Ceppaloni..., allora DIO C'E'....

Allo stato brodo ha detto...

Don Clemè...TIè!

Anonimo ha detto...

mastella VAI AFFANCULOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO

Clemente Pastella ha detto...

Luigi Iovino mi dispiace... L'autore dei post è il caro Clemente Mastella da Ceppaloni, l'autore del blog, anche se proveniente dal sud, risiede a Milano. Per info controllare il link Webmaster...

Grazie della canzone!

Anonimo ha detto...

caro cLEMENTE,
approfitto del blog per segnalarti che qui a Reggio Calabria sta per sposarsi un noto boss della 'n'drangheta, ma non ha ancora scelto i testimoni. Perchè, data la tua grande esperienza, non approfitti della ghiottissima occasione?
Un amico degli amici (di mASTELLA

Anonimo ha detto...

grande beppe barra e grande Luigi

BELLISSIMA

Luka ha detto...

grande, in pastella sta andando in pappa

Anonimo ha detto...

VERGOGNATI MASTELLA !¬!!!!!

ilpazzo ha detto...

Io c'ho provato a commentare sul sito ufficiale... vediamo un po' se ci sarà mai una risposta.

...................................
Buongiorno. Educatamente Buongiorno Signor Ministro.

Sono uno studente-lavoratore di 25 anni. Vivo lontano da casa ed oltre a cercare di finire il corso di laurea specialistica in ingegneria faccio 3-4 lavori (dichiarati e meno dichiarati...). Naturalmente non c'è bisogno che le descriva la mia visione pessimistica del mondo del lavoro e del mio stesso futuro.

Dalla tenera età di 18 anni, dai tempi del liceo, ho smesso di avere fiducia nella politica e nelle istituzioni. Pero' da un paio di mesi (sarà il pressante senso di responsabilità che sto sviluppando!?!) inizio ad avere un certo interesse, se nn verso la politica fine a se stesa, almeno verso le problematiche che la avvolgono.

Ho scoperto che nella rete ogni "campana" è libera di suonare a suo modo; e nn c'è nessuna forma migliore di informarsi che ascoltare tutte le voci in campo, tutti i pareri.

Così tra giornali e telegiornali (di stato e non...), blog (dal Suo a quello di Grillo) e testate giornalistiche straniere (vedere dal di fuori spesso significa vedere con più chiarezza...) ho sviluppato una mia coscienza ed una mia idea riguardo a questo strano e complicato "alveo" della politica.

Evito pero' di dire la mia; è un periodo che tutti parlano e tutti pensano. Con le orecchie ben chiuse però. Ognuno dice la sua stando bene attento a minare alle basi le teorie altrui. Senza logica e senza cognizione si litiga col solo scopo di uscire "vincitori"; tutto ciò è ben lontano dal mio concetto di Stato Democratico.

Io, studente-lavoratore-senzafuturo-disillusodallapolitica, volevo solo porre a Lei, Signor Mastella prima ancora che Ministro, una semplice domanda.

Ho apprezzato, così come apprerzzai ai suoi tempi l'idea di Di Pietro di comparire su Youtube per aprire la politica a tutti, la sua scelta di aprire un Blog per interfacciarsi ai suoi lettori.

Sono anche convinto che un dialogo debba avere come regole implicite l'educazione ed il buon senso; con le minacce e con gli insulti non si fanno dialoghi. Forse si fa politica... ma dialoghi costruttivi non di certo!

Pero', e c'è un però, sono andato a dare una sbirciata ai siti che indicava Beppe Grillo e che riprendevano alcune citazioni del suo Blog lasciando disattivata la moderazione dei commenti. Ho letto centinaia e centinaia di commenti; non tutti offensivi, non tutti di gente maleducata.
Sul suo sito, per lo stesso post, il numero di commenti è ancora a zero.

Perchè!?
Siamo forse noi, popolo di naviganti, un popolo di maleducati e "fanculizzatori"!?
Abbiamo solo bisogno di risposte caro Ministro.
L'Italia che lascerete voi è l'Italia su cui io dovrò far crescere un giorno i miei figli.
Non mi sento rappresentato da nessun politico (sia esso tra i famosi 24 o no...) ed ho paura.
La gente vuole risposte.
Censurando e calando veli oscuranti si aumentano solo la distanza e le incomprensioni.

Si rimbocchi le mancihe Ministro.

Con tutta l'educazione di cui sono capace,
distinti saluti,
G. G.
...................................

Sull'intervento originale, quello lasciato sul sito di ClementeMastella, c'è il nome ed il cognome per intero.

Luigi Iovino ha detto...

Bè..., anche se Dio era distratto e nessun CEPPALONESE ha pensato di fare un BLOG per consentire un dialogo vero (almeno reale...) con il nostro caro Ministro...

Niente male sapere che l'autore è di Milano..., e che gli è piaciuta la mia COVER...

GRADIREI DA TUTTI UN AIUTO A FAR CONOSCERE LA MIA STORIA CHE RISULTA PREGIUDICATA DAL COMPORTAMENTO DI MASTELLA & C.

GRAZIE - www.luigiiovino.it

Anonimo ha detto...

Lo stile è un dato di fatto, non un'opinione. E sto blog ne è l'ennesima conferma.
Vede Signor Clemente Mastella cosa vuol dire prendere in giro le persone? E non mi riferisco a chissà cosa, mi riferisco solo al fatto che se Lei apre un blog, deve accettare tutti i commenti, negativi o positivi. Parlate tanto di democrazia ma me la vuole spiegare Lei cosa è la democrazia? Se Lei apre un blog, o fa musica, o fa, non appunto, il politico, deve accettare tutti i commenti, negativi e positivi. Sappia anche che in caso i commenti siano dei soli insulti volti al nulla, verranno presi come tali e anzi dovrebbero essere usati da Lei come "prove". Non è semplice quello che dico? Ha aperto un blog già censurato. Perchè? Pensa che leggendo solo dei commenti a Suo favore, una persona non possa avere un'opinione contraria o pensarla diversamente? Ma crede realmente che così funziona?
Ha sbagliato e lo ammetta. Scriva un post, chieda le scuse, e tolga la censura. Così una persona potrà commentare liberamente, farsi un'opinione libera di Lei, sul Suo blog (!) e pensi che come conseguenza, abbatte in un click il Signor Pastella, uscendone, anche se forse con qualche settimana di ritardo, da SIGNORE.

Saluti dalla Sardegna.
Luca

Anonimo ha detto...

Ragazzi incredibile, anche Casini ha fatto un blog ! Andate a vedere:

http://pierferdinandocasini.blogspot.com/

Bombardiamolo!!!

Anonimo ha detto...

Che dire se un genio!!!! !!!!complimenti....davvero e bellissima !!! ti lancio un idea cantarla e metterla su you Tube secondo me diventerebba il video più clikkato d'Italia

complimentoni.. Fabio

Anonimo ha detto...

mastellapastella, maiale immondo (ci hai tanti di quei soldi che stai anche ingrassando a dismisura), và ''tranquillamente'' a farti fottere, tu e la tua gentile famigliola. Qui, a ''noialtri'', lo stipendio ce lo hanno addirittura ridotto, ed in maniera DRAMMATICA, mentre voi e tutti quelli che vi orbitano attorno siete ricoperti di valangate e vagonate di AMPIAMENTE IMMERITATI soldi e privilegi: che cazzo ne capite, voi, dei problemi di chi non arriva alla SECONDA settimana del mese, mentre voi (te in particolare) acquistate quote azionarie ed immobili come fossero chicchi di granturco? Sporco infame, a mendicare ai semafori, ti manderei, e con te, TUTTI i politici, nazionali e locali, come te.

Rosa ha detto...

Ahahhaahahha bellissima questa canzone!!! :D

Anonimo ha detto...

Quello spocchioso del cazzo. Ma come lui ce ne sono ancora tanti, ed il bello è che, in più, voglion sempre aver ragione!! Vedi Bindi, vedi D'Alema, vedi Fassino. E, che ne dite di uno sfasciaccittà (di famiglia miliardaria) che inizialmente aveva detto di voler rinunciare al proprio (IMMERITATISSIMO) stipendio di parlamentare ed oggi invece cresce e pasce anche lui nutrendosi della pastella della Casta?? Si, Caruso, proprio il Caruso, arrestato e condannato, e poi eletto. E noi lo paghiamo perché stò stronzo vada a piantare semi della roba che si fuma nei vasi del Parlamento. Ahò ma vi svegliate, o no?!? Qui c'è da piangere, c'è da incazzarsi, c'è da andar tutti lì in massa davanti al Parlamento, aspettarli all'uscita e giù a suon di sganassoni dal primo all'ultimo. A casa ce li facciamo tornare, si, ma GONFI.

Antonio M. ha detto...

Proposte? certo. POtere referendaio al POPOLO, ma PER DAVVERO finalmente! E, al Parlamento, sono un PICCOLO gruppo di persone (propongo in tutto al massimo un centinaio di membri) che si facciano GARANTI della messa in atto delle SCELTE del POPOLO, chè a loro non si deve più lasciar scegliere NULLA. Non sarebbe forse QUESTA della VERA democrazia? Diversamente, se si lasciano le cose così come stanno, avremmo sempre queste ipertrofiche caste che pappano a vita e fan quel che vogliono forti di numeri da capogiro, considerate le estensioni politiche sul teritorio. A proposito, propongo potere referendario AL POPOLO anche per quanto concerne TUTTE le proposte e scelte operative proprio sul territorio, a partire da circoscrizioni, comuni, provincie, sino alle regioni. E, anche in questi casi, pochi membri istituzionali messi lì (sempre e comunque dal popolo INDIVIDUALMENTE eletti, così come da fare al Parlamento!!) che stiano solo ad "interpretare tecnicamente" proposte e scelte popolari e tradurle in atti concreti. Altra cosa? tetto massimo di non oltre 8-10 anni per qualsiasi incarico rappresentativo quale parlamentare o membro di "parlamenti e parlamentini" territoriali. Stipendi giusti ma non da schiaffo alla miseria, privilegi limitati a quanto corretto e TUTTO, ma TUTTO che si interrompa allo scadere del mandato. Bisognerebbe poi anche rivedere le posizioni, i compensi ed i privilegi dei vari managers pubblici. Iniziamo così. E, stiamo attenti: se lasciamo le cose come stanno, quelli ce lo mettono sempre nel culo: vedi cosa han fatto del nostro voto referendario sul voto relativo alla abolizione del finanziamento pubblico dei partiti! Si son spesi fior di miliardi per il referendum. Noi abbiam detto che era il caso che i partiti NON venissero più "pubblicamente finanziati", e loro per tutta risposta si sono inventati come.. ..ottenere comunque -e sempre coi NOSTRI soldi- ipotetici "RIMBORSI" di spese elettorali praticamente spesso MAI sostenute e che ammontano a cifre mostruose, a volte da vero capogiro. Son gente pericolosa, e son troppi. Tanto per iniziare, questi qui bisognerebbe mandarli a casa TUTTI, in blocco, e lasciarli anche senza pensione, chè tanto con tutti i soldi che han messo da parte fino ad oggi (senza considerare TUTTE le altre attività di larghissima fetta di loro..)..!! Posso mandarne qualcheduno affanculo? No? Non è corretto? Allora, magai, ce li mando tutti insieme, e ci mando però anche NOI TUTTI, che continuiamo ad esser così coglioni da continuare agarantirgli la elegibilità.