mercoledì 19 settembre 2007

Quelli del bollino

Tutti qui, tutte le sere, in duemila, a spiegarmi che cosa è un blog. Allora sentiamo che cosa è? Uno spazio dove minacciarmi, riempire i commenti di insulti, lamentarsi perchè a un commento del giorno prima non è stata data ancora risposta (come se fosse obbligatorio o dovuto) senza neanche tener conto del tempo che ci vuole per leggere e dedicarsi a un blog. E fate anche gli spiritosi firmano i commenti con i nomi degli assassini liberati con l'indulto. Come se alle due di notte mentre dedico del tempo a me e a voi io possa star li a ragionare più di tanto nella scelta delle vostre firme. Io taglio gli anonimi e basta. Gli altri li pubblico, con calma e tempo. Certo che ho capito la provocazione della firma assassina. E per questo non avrei dovuto pubblicare? Da una parte mi accusate di censura perchè non rispondo a vecchie questioni già da me chiarite (come la testimonianza a un matrimonio) o perchè non porgo l'altra guancia. Dall'altra non fate neanche lo sforzo di andare a leggere tutti gli insulti o i commenti violenti e critici che libero dopo averli letti. Vi chiedete dove sono i miei amici, la gente che crede in me, gli iscritti all'Udeur e del perchè non sono qui sopra a difendermi o a lasciare commenti graditi. Ve lo dico chiaramente e ancora una volta: io non chiedo a nessuno di venire in soccorso. Non ne ho bisogno. Non mi servono i commenti tipo quanto sei bravo o quanto sei bello. Io volevo confrontarmi con la popolazione del web e lo sto facendo, con serietà, costanza, fatica e una certa dote di umiltà. Pubblico quasi solo commenti scomodi e scelgo a chi rispondere per non dover passare tutta la giornata qui sopra. Voi siete liberi di insultarmi e fare ciò che vi pare. Io non sono libero di tutelare con un minimo di filtro le vostre gravi offese? Strana forma di democrazia vi siete inculcati in testa! Ma già, voi siete quelli del bollino. Quelli per il quali ci sarà uno che dirà questa è una pera matura quest'altra non ancora. Ma sì, fatevi mettere il bollino. E provate a prendere i voti con le bestemmie che lasciate sul mio blog. Come programma non c'è male. .

-----------------------------------------------------------

Scatenate l'inferno con i commenti!!!

72 commenti:

Clemente Pastella ha detto...

Per chi si fosse perso la puntata precedente, qualche buon tempone ha firmato un messaggio con il nome di uno degli assassini - Artur Lleshi che ha detto...

Caro Mastella mi spiace vedere che proprio non ci siamo, non ha capito nulla di Grillo e di tutti noi. E' ora di finirla, siamo tutti stanchi sfiniti di sentirci prendere in giro! Della vicenda Pelliciardi Lei e dico Lei dovrebbe avere per lo meno la delicatezza di non nominare quella povera famiglia, mi faccia il piacere! Lei è instituzionalmente responsabile di quello che è accaduto e aimè se dovesse capitare una situiazione simile a qualche mio caro: le giuro che io personalmente e non istituzionelmente non mi ritengo responsabile delle mie azioni!

saluti
Artur Lleshi

Questo post è stato regolarmente pubblicato e segnalato sul blog di clEMENTE Mastella ed ora è stato regolarmente cancellato (o censurato fate voi)

Ma non qui!

Marco ha detto...

Ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahhhh..... Ha proprio ragione il saggio che disse "ai comici la politica, ai politici la comicità"..... Ahahahahahahah...... Mastella, sei veramente fortissimo!! Ti direi di continuare così se solo non sapessi che stai distruggendo l'Italia... e A NOSTRE SPESE (sia economiche che di vite umane)... Bravo Masty, politico D.O.C.!

SPO ha detto...

ciao pastella, ti sbagli sul commento. E' ancora lì tra i 27 pubblicati. Ne va quasi orgoglioso.

Clemente Pastella ha detto...

Trattasi di mia svista...

bRanNi® ha detto...

lolz
Non c'è altro da dire, supera se stesso ogni volta che apre bocca...è proprio vero che è un'istigazione alla satira vivente.

Matteo ha detto...

Mastella INDULTATI ed esci dal PARLAMENTO e dal GOVERNO
PER SEMPRE

Anonimo ha detto...

dioboiacane

Alfonso ha detto...

sieteeee grandiiii ahahahhaah

Fabrizio ha detto...

Io non la insulto "onorevole" Mastella, ma è lei stesso che si dovrebbe vergognare (e lo sa benissimo!) di quello che sta facendo come Ministro e Parlamentare.

Lo sappiamo tutti che lei non ha un minimo di coerenza, lo sappiamo tutti che a lei non gliene frega niente del paese e lo sappiamo tutti che non si dimetterebbe mai nonostante è odiato da qualsiasi cittadino se non l'1% della popolazione (tra cui, tra l'altro, PROBABILMENTE hanno votato per lei soltanto perchè aver ricevuto favori politici o li otterranno).

Lei si dovrebbe dimettere oggi stesso per tutto quello che ha fatto, partendo dall'indulto ed il viaggio in aereo, arrivando allo spostamento dei PM di catanzaro. SI DIMETTA!

Anonimo ha detto...

La conclusione è molto semplice allora: lei non è affatto un tipo da blog. Lo chiuda, che è meglio. Tanto era prevedibile che tutti la attaccassero. Le dirò di più: credo abbiano anche ragione coloro che la attaccano.
Il blog è così lontano dal suo stile comunicativo. E poi era normalissimo che tanti ce l'avessero con lei. Molte delle sue azioni politiche appaiono così ingiustificate da far intuire la malafede. Dico sul serio. Pacatamente le faccio notare che l'indulto ha fatto assai più danni che benefici. E poi è un atto estremamente sospetto, dal momento che anche Craxi usò la furbata dell'indulto quando s'era aperto un potenziale bacino di voti della mafia in Sicilia. La storia ci insegna che non è un buon affare, questo indulto. E noi lo scriviamo. Questo è tutto. Vogliamo risposte, spiegazioni. Come mai vuole far trasferire un magistrato che potrebbe inserirla nel registro degli indagati? In base a quali motivazioni?
Vogliamo interagire, vede? Più rinuncia a rispondere, e più sale la frustrazione di chi pensa che questo blog era fatto per poter postare liberamente il proprio pensiero.
Dice che deve filtrare i commenti offensivi ogni giorno? Faccia una cosa. Non si preoccupi troppo dei commenti. Si occupi piuttosto della sua condotta, e di spiegarci le ragioni delle sue scelte politiche qui.
marco non censurato! :)
[ buona idea questo blog ]

Anonimo ha detto...

Mastelllaaaaaaaaaaa!

dimettiti! e tu rappresenti la giustizia ed equità in italia?

Sei Agghiacciante!

P.S.
Grandioso questo blog!

Stefano ha detto...

ma com'è che io non mai conosciuto nessuno che ti abbia in simpatia. poraccio, avrai le poltrone ma sei un disgraziato! e una sfiga per chi ti sta intorno

andrea ha detto...

povero! prendi dentinaia di migliaia di euro l'anno da noi poveri cittadini COSTRETTI a pagare con soldi che poi vanno a finire non voglio neanche sapere dove!

povero (MONA)!

fai schifo anche ai sassi!

slash193 ha detto...

Buffone... Buffoni tutti, a sinistra, destra, centro, avanti, indietro... Tutti della stessa pasta (marcia e malata)! Quando guardo il tg sembra un varietà, con tutti questi stronzi che dicono di rappresentarci a sparare cazzate e parasi il culo. In questi giorni ho l'impressione che sono così impauriti da quello che si sta scatenando, che giornali e tg (controllati tutti dall'alto..) cercano di parlare il meno possibile del grande Grillo e di tutti noi incazzati come vespe...
Non possono ignorarci, LA FINE DEI GIOCHI E' VICINA, PEZZI DI MERDA!!!

Anonimo ha detto...

A bordo dell'Alimastella trovati un angolo remoto del mondo, atterraci e restaci. Gli italiani non protesteranno per le spese del carburante.
V

SLASH193 ha detto...

...dimenticavo...
MASTELLA SEI UNA SCROFA!

Dio ha detto...

la mamma di Pastella è troia ingorda

Ciro o Malacarne ha detto...

Buon pranzo ministro,

vorrei partecipare alla corruzione assieme a tutti voi. Le invio il mio curriculum.

miking_it ha detto...

Carissimo Mastella,
posto qui il commento che hai avuto la spudoratezza di CENSURARMI qualche settimana fa!
Ecco qua il commento che ti fa tanta paura:

"trovo scandaloso il tentativo di attribuire alla volontà di Papa Woitila una porcata come l'indulto"

Chissà perchè me lo hai censurato? Forse avevi paura che i tuoi cattolicissimi elettori accendessero il cervello?
O forse con questo commento ho violato le ferre e DEMOCRATICHE regole del tuo sito?
VERGOGNA!

Michele Martelli (Bologna)

PS: Un grazie sentito agli ideatori di questo blog che mi hanno dato l'impagabile soddisfazione di contribuire allo sputtanamento di Mastella.

Anonimo ha detto...

Al prossimo Sanremo inginocchiati davanti a un cesso e canta "Non son degno di te".

Anonimo ha detto...

Complimenti a chi ha creato questo blog. Un genio!!!

la mamma di mastella ha detto...

...mio figlio è una testa di cazzo...
Ho provato a strozzarlo da piccolo con una fascetta 3M, ma con quella faccia da porcellino indifeso mi faceva pena... me ne sono pentita...

Anonimo ha detto...

Ma scusi, con tutti i soldi che ha, pubblica su un blog gratuito???
O risparmia per permettersi l'aereo...?

Anonimo ha detto...

è proprio vero: I POLITICI VANNO CAMBIATI, COME I PANNOLINI DEI BAMBINI... E PROPRIO PER LO STESSO MOTIVO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Nemo ha detto...

-Adesso scrivo qualcosa di verbalmente violento contro il Ministro Clemente Mastella così poi mi sentirò meno frustrato-

Entrate pure nel merito delle vaccate che dice, ma risparmiatevi gli insulti.
Ogni vostra parola può essere strumentalizzata, non ve ne accorgete?

Una stretta di mano agli ideatori del blog.

Gillo ha detto...

Questo blog, come gli altri, è veramente geniale. Così si risponde a chi censura. Well done!
Gillo

Anonimo ha detto...

LA FESTA E' FINITA NON SI RENDA RIDICOLO !!


SE NE VADI!!! (FANTOZZI... HAHAHHAHH)

Polarix ha detto...

Vivissimi complimenti all'ideatore del clone ... veramente FIGO !

Siete fantastici... continuate così !

Polarix ha detto...

Vivissimi complimenti all'ideatore del clone ... veramente FIGO !

Siete fantastici... continuate così !

THX1138 ha detto...

siete finiti mastello'!!
tutti a casa - o meglio al gabbio!
basta con le vostre porcate.
fate schifo al cazzo, non siete più niente. non è che si tratta di stabilire se siete ancora politicamente vivi, si tratta di stabilire il grado di putrefazione!

PUZZI!!!

".....germi di pensiero attivo....."

Anonimo ha detto...

Signor Mastella/Pastella con le mani in pasta, chi ha detto che il peggio non e' mai morto aveva sicuramente previsto la sua ascesa a ministro della giustizia.
Si dimetta, visto che in qualita' di totale impostore non ne imbrocca una neanche per caso.

Anonimo ha detto...

Mastellone, il blog non e' cosa che si gestisce "con calma e tempo", come i tempi della giustizia italiana (tranne che l'indulto, prontamente approvato da te e la tua cricca).
Vuole un consiglio? Si procuri un cavallo obeso, o un ippopotamo in crisi di identita', e si dia al'ippica... con calma e tempo.

Anonimo ha detto...

Volevo ringraziare il Ministro Mastella per quel posto che mi ha promesso:GRAZIE a Te mi faccio timbrare il cartellino e vado a lavorare quando ne ho voglia,finalmente!!!.Saluti dalla Terronia

Anonimo ha detto...

Caro Signor Pastella,
mi potrebbe prestare l'aereo per domani?
La saluto cordialmente,
Alessandro

Savio Chiariello ha detto...

Ho provato anch'io tre giorni fa a scrivere a Mastella sul suo blog, ma naturalmente ha evitato di pubblicare la mia lettera. Questo il testo:

Forse non avete ancora capito che un ciclone sta per abbattersi sull'attuale malapolitica. Il popolo dei dormienti, narcotizzati dagli asserviti media tradizionali, si sta risvegliando grazie alla rete, grazie a un comico. E quando questa consapevolezza sarà estesa anche a coloro che alla rete non hanno accesso, il ciclone si trasformerà in Uragano.

La gente che non ha santi in paradiso e non è ammanicata con questo o quel politico, i giovani come me che una casa, una FAMIGLIA non se la possono permettere e a stento vanno avanti con contratti a progetto da 500 euro al mese sapendo che la pensione più che un'incognita è una chimera, è molto più della somma di tutti gli iscritti degli attuali partiti.
La scintilla Grillo ha innnescato una reazione a catena che a breve non avrà più bisogno del suo Deus Ex Machina. E la reazione non si autoestinguerà perchè siete voi ad alimentarla, non Grillo. Per usare un'altra metafora: il corpo umano non crea gli anticorpi a caso o per diletto, lo fa quando l'organismo è invaso da virus.

E' imbarazzante poi vedervi tutti allineati nel cercare di attaccare in ogni modo possibile un comico, piuttosto che dare risposte e dar conto delle vostre azioni ai vostri datori di lavoro: segua l'esempio di Capecchi che si è dimesso per aver utilizzato un aereo di stato a titolo strettamente personale. Per una volta nella sua vita dimostri di avere senso civico e rispetto per la carica che (a mio parere) indegnamente ricopre.

Savio Chiariello
Barletta

adler ha detto...

comlimenti per l'idea.

ho lasciato un commento sul blog originale assolutamente calmo e pacato, se non lo pubblica.. mi trasferico con piacere qui!!!

comunque davvero esilaranti le persone che lo chiamano carissimo "senatore" eminenza/monsignore/monamour

che discuta con i suoi amichetti...
e solo con loro.

Anonimo ha detto...

mafioso del cazzo

franco ha detto...

Il trasformista col dono dell'ubiquità (sta contemporaneamente con Forza Italia, con l'Unione, con se stesso..) per 4 voti che ha ricevuto, da' del delinquente a Grillo. Forse che il Beppe, ormai internazionale, ha colto nel segno?
Certo, anche gli altri hanno tacciato il Beppe di qualunquismo, di demagogia di populismo: ma questo dimostra che il nostro Beppe ha proprio colto nel segno!
E per quanto riguarda quel poveretto, vale proprio la pena di parlarne? Non merita neppure di essere nominato!
Spero che questi "cari" politicanti siano stati finalmente smascherati!
Grazie alla democrazia diretta e non all'antipolitica...
Spero che il Popolo SOVRANO non farà più marcia indietro!
Grazie al V-day e
vaffanculo ancora!

michele spanò ha detto...

ancora non si è capito che ci siamo stufati veramente e che dovrebbero incominciare a raccogliere le loro cose. Tutti parlano del potere che Grillo ha sulla folla, ma nessuno dice per COSA c'è stato il V DAY.
Mastella mi fai pena. Sei tenero. fai quasi compassione, ti sta franando la terra sotto i piedi e l'unica cosa che sai fare, è chiudere gli occhi.

Marco ha detto...

Caro Mastella,
tutti i blog hanno dei filtri, non sarà il suo il primo. Certo è che Lei non è un personaggio amato e lo deve mettere in conto.Noi internauti siamo persone normali, che alla sera, anche tardi, piace sfogliare internet come un grande quotidiano per leggere notizie VERE, non quelle false dei giornali che NOI sovvenzioniamo con le tasse.Siamo una novità e questo Vi fa paura: non sapete chi siamo e cosa vogliamo, purtroppo.
Io sono uno di quelli del bollino: sarebbe ora di far pulizia nel Parlamento e mettere nuove persone con idee giovai, moderne che pensino al futuro e non al passato!!! SVEGLIA!!!!

Anonimo ha detto...

DOMANI A ROMA-24 settembre ore 16-Palazzo di Giustizia -contro il ddl mastella

info-http://www.mastermatteimedioriente.it/

DOMANI A ROMA-24 settembre ore 16-Palazzo di Giustizia-
CONFERENZA DAL DISEGNO DI LEGGE MASTELLA SULLE VERITA' DI STATO-AL REATO DI OPINIONE-DALLE LEGGI ANTINEGAZIONISTE IN EUROPA-ALLA INFLUENZA DELLA LOBBY EBRAICO SIONISTA IN ITALIA-

22-24 settembre 2007



24 settembre ore 16
Palazzo di Giustizia di Roma
("Palazzaccio")

UN APPUNTAMENTO
PER CHIUNQUE INTENDA DIFENDERE
GLI ARTICOLI 21 & 33
DELLA COSTITUZIONE

tratto da re.ilcannocchiale.it

Anonimo ha detto...

DDL MASTELLA CONTRO LA LIBERTA' DI RICERCA STORICA -info http://www.mastermatteimedioriente.it/
per la libertà della ricerca storica"
Il Ministro della Giustizia Mastella, secondo quanto anticipato dai media, proporrà un disegno di legge che dovrebbe prevedere la condanna, e anche la reclusione, per chi neghi l'esistenza storica della Shoah. Il governo Prodi dovrebbe presentare questo progetto di legge il giorno della memoria. Come storici e come cittadini siamo sinceramente preoccupati che si cerchi di affrontare e risolvere un problema culturale e sociale certamente rilevante (il negazionismo e il suo possibile diffondersi soprattutto tra i giovani) attraverso la pratica giudiziaria e la minaccia di reclusione e condanna. Proprio negli ultimi tempi, il negazionismo è stato troppo spesso al centro dell'attenzione dei media, moltiplicandone inevitabilmente e in modo controproducente l’eco. Sostituire a una necessaria battaglia culturale, a una pratica educativa, e alla tensione morale necessarie per fare diventare coscienza comune e consapevolezza etica introiettata la verità storica della Shoah, una soluzione basata sulla minaccia della legge, ci sembra particolarmente pericoloso per diversi ordini di motivi:
1) si offre ai negazionisti, com’è già avvenuto, la possibilità di ergersi a difensori della libertà d'espressione, le cui posizioni ci si rifiuterebbe di contestare e smontare sanzionandole penalmente.
2) si stabilisce una verità di Stato in fatto di passato storico, che rischia di delegittimare quella stessa verità storica, invece di ottenere il risultato opposto sperato. Ogni verità imposta dall'autorità statale (l'”antifascismo” nella DDR, il socialismo nei regimi comunisti, il negazionismo del genocidio armeno in Turchia, l'inesistenza di piazza Tiananmen in Cina) non può che minare la fiducia nel libero confronto di posizioni e nella libera ricerca storiografica e intellettuale.
3) si accentua l'idea, assai discussa anche tra gli storici, della "unicità della Shoah", non in quanto evento singolare, ma in quanto incommensurabile e non confrontabile con ogni altri evento storico, ponendolo di fatto al di fuori della storia o al vertice di una presunta classifica dei mali assoluti del mondo contemporaneo.
L'Italia, che ha ancora tanti silenzi e tante omissioni sul proprio passato coloniale, dovrebbe impegnarsi a favorire con ogni mezzo che la storia recente e i suoi crimini tornino a far parte della coscienza collettiva, attraverso le più diverse iniziative e campagne educative.
La strada della verità storica di Stato non ci sembra utile per contrastare fenomeni, molto spesso collegati a dichiarazioni negazioniste (e certamente pericolosi e gravi), di incitazione alla violenza, all'odio razziale, all'apologia di reati ripugnanti e offensivi per l'umanità; per i quali esistono già, nel nostro ordinamento, articoli di legge sufficienti a perseguire i comportamenti criminali che si dovessero manifestare su questo terreno.
E' la società civile, attraverso una costante battaglia culturale, etica e politica, che può creare gli unici anticorpi capaci di estirpare o almeno ridimensionare ed emarginare le posizioni negazioniste. continua su www.re.ilcannocchiale.it

Antonio Tomba ha detto...

Vergognati Clemente, ricordati, che se tu hai ragione sull'esistenza di gesù, sono certo che sia lui che suo padre ti odiano a morte per le grandi bagiannate che dici ogni giorno.....attendi il tuo giorno del giudizio...io non starei per niente tranquillo se fossi in te!

Di cuore Tomba Antonio
P.S. visto che ci tieni ti ricordo uno dei 10 comandamenti, ripassatelo "non rubare".

TORA TORA ha detto...

SAPPIATE TUTTI QUANTI E RICORDATEVELO OGNI SANTO GIORNO KE VI ALZATE PER ANDARE A SUDARE IL VOSTRO TOZZO DI PANE:
STIPENDIO AUMENTATO DI 851 EURO PER i signori della politica A TUTTI I LIVELLI E SAPPIATE ANKE KE NESSUN ORGANO DI STAMPA SCRITTA/TELEVISIVA NE HA PARLATO, E' SUCCESSO AD INIZIO LUGLIO QUANDO COLORO KE ANCORA SE LO POSSONO PERMETTERE SONO ANDATI IN FERIE
SIGNORI ORA BASTA VERAMENTE, BASTA PAROLE ORA SI DEVE PASSARE AI FATTI, FATTI CONCRETI KE LASCINO UN SEGNO FORTE TANGIBILE CONCRETO AUTORITARIO UNICO ED INEQUIVOCABILE.
HANNO AVUTO UN BEL KE DIRE DI RIDURRE LE SPESE SUI COLLI ROMANI, MA COME CONFERMANO TUTTI NULLA E' CAMBIATO.

tora tora ha detto...

Ho visto cose che voi umani non potreste immaginare...

navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione. E ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhauser. E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo come lacrime nella pioggia. E' tempo di morire... (Blade Runner)

PIETRO ha detto...

La sua nomina a ministro della giustizia è stata per me la goccia che fatto traboccare il vaso!
Lei rappresenta il peggio del peggio della parte malata della società Italiana... fatta di " furbetti del quartierino " di gente senza scrupoli che per i propri interessi farebbe qualsiasi cosa… non è tollerabile che una persona irresponsabile e pericolosa come lei ricopra un ruolo del genere. Io non ci sto… il popolo Italiano non ci sta… oramai la vostra repubblica delle banane fatta di favoritismi e nefandezze varie è finita, il popolo Italiano non si darà pace fino a che persone come lei occuperanno in modo abusivo le istituzioni...
Chiudo dicendo:
“ E ADESSO AMMAZZATECI TUTTI!!!!! “
V-DAY A OLTRANZA FINO ALLA RINASCITA DELL’ ITALIA!!!!!

Clemente Pastella ha detto...

Il confronto con voi blogger è un'illuminazione.

Non sapevo, ma lo sospettavo, che il mio clone Celmente Mastella (perché è chiaro che io sono l'originale!) ne avesse combinate così tante.

Anche io provo a commentare sul mio blog (di Clemente Mastella) e puntualmente vengo auto censurato. Eppure uso toni pacati e moderati...

Colgo l'occasione per rispondere a caso ad ognuno di voi.

@anonimo: no l'aereo non gle lo posso prestare: debbo fare la spesa e fare un salto a Salerno per comprare la mozzarella di Bufala fresca fresca...

@anonimo dalla terronia per il posto di lavoro: prego non c'è di che!

@adler: fai così, lascia il commento sul blog del Mastellone ma prima di pubblicarlo copia e incollalo su quello del Pastellone!

@mamma di mastella: dovevi provare con un bello spiedone...

@antonio tomba: è vero, il Padre e il Figlio mi odiano...ma non fatelo sapere troppo in giro!

@fabrizio: gle l'ho detto a Mastella di vergognarsi di come è ma lui non capisce di cosa dovrebbe vergognarsi, è questo il punto. Compatiamolo!

Anonimo ha detto...

Dissipatore di risorse pubbliche, ladro, amorale, rospo privo di un minimo di dignità!!!!!!!!!!!!!!!!!

Fossimo un paese normale doveva essere sparito dalla scena secoli fa!!!

Anonimo ha detto...

solo un idiota come valium poteva mettere un personaggio come lei a dirigere un ministero così importante. don clemente, qualunque cosa faccia lei riesce a fare disastri! l'ultima sortita contro il magistrato che sta indagando su di lei è un altro dei suoi capolavori, alla faccia della politica pulita e trasparente! dia retta, si ritiri a vita privata a ceppaloni con la famiglia, sarà meglio per tutti. provo una pena profonda per lei (e per noi italiani).

K.Hiei ha detto...

Mastella,il bollino sai dove lo devi mettere? :D

Anonimo ha detto...

la tua più grande paura è che se tiaccusano di associazione calabra (senza offesa per i calabresi)poi ti sequestreranno gli appartamenti e li daranno a qualche associazione no profit no limit e no cervello dove i tuoi figli faranno i presidenti.

Luciano Deilluso ha detto...

Egr. on. Mastella,
sono un elettore di centro-sinistra da sempre e, per educazione parentale, non mi sono mai perduto una tornata elettorale, ritenendo il voto un diritto-dovere di ogni cittadino. Anche alle ultime elezioni ho espresso il mio consenso a Prodi, considerandolo persona per bene e serio professionista, ed illudendomi che, dopo i disastri del quinquennio berlusconiano, ci fosse la volontà di dare una sterzata al modo di fare politica proprio per marcare una differenza netta, partendo logicamente dalle persone.
A questo punto della mia vita, al giro di boa, mi rendo conto di non aver capito niente.
Sinceramente non mi sarei mai aspettato lei all'attuale ministero, un altro disastro facilmente preventivabile, né tanto meno gli astrusi commenti al "fenomeno Grillo" in cui, invece di prendere in considerazione il contenuto delle proposte, vi state dileggiando sul modo con il quale sono state presentate (...ma, a ben pensarci, non poteva essercene uno diverso). Eppoi, tanto per informarvi, l'"anti-politico" Grillo da anni sostiene il dibattito realmente politico tra i Cittadini riguardo diverse tematiche, coadiuvato da persone professionalmente competenti nei diversi settori (Ecologia, Economia, Energia, Informazione, Salute, Tecnologia, Trasporti, ecc..), per cui non c'è solo il V-day degli ultimi giorni. Ah...ma forse in questi anni voi eravate troppo incartati sui vostri equilibrismi di potere ed incapaci di dare risposte anche alle più semplici esigenze di questo bel Paese destinato, con l'attuale andamento, al tracollo totale.
Pertanto, scusate se in un altro universo parallelo (la rete) qualcuno si è preoccupato di vedere se si poteva fare qualcosa per metterci una pezza!!!!!!!!!!!
Un elettore deluso e pentito.

Anonimo ha detto...

a mastè ma perchè non ti ritiri a vita privata a ceppolandia con tua moglie e i tuoi figli a pascolare le caprette

Alessandro ha detto...

Caro Clemente,
perche' nel tuo blog invece di condannare gli altri non cominci a dae esaustive spiegazioni di tutte le tue iniziative, comprese quelle di cui la gente non ne capisce il significato?
dici che di certi argomenti nei ha gia' parlato esaustivamente, ma se io cerco una spiegazione la vengo ovviamente a cercare nel tuo blog, non posso stare attaccato alla tv per vedee se qalcuno ti ha intervistato, e neppure mi posso fidare di quello che possono dire i giornali, potrebbe essere informazione filtrata, incompleta o adirittura travisata.
Tanto poi' che trovo tue citazioni contraddittorie a seconda della fonte.

Avrei piacere di leggere, NERO SU BIANCO, quello che tu dici.

Si sa da millenni:
VERBA VOLANT, SCRIPTA MANENT

Marco ha detto...

Mastella è un politico D.O.C

Di
Origine
Cretina

bob barnes ha detto...

Mastella vai fuori dai coglioni, sei una persona spregevole, mafioso, camorrista, piduista, tangentista, barone medievale nella tua cara Ceppaloni, ti vedrei bene a lavorare sotto il sole con una pala in mano per 800 euro al mese, altro che aereo a vedere Raikkonen, vergognati schifoso!

Carlo ha detto...

Ragazzi, per favore...
Non offendete Mastella, lo fa da solo, continuando a rispondere ai post di Grillo...

Cercando giustificazioni per la vicenda del volo di Stato (anzi... stato)...

Non dimettendosi...

Non pubblicando i commenti offensivi (tutti)...

Continuando a tenere aperto il blog...

v-day a oltranza ha detto...

Mastella rappresenta lo scandalo vivente, l'anomalia fatta istituzione, l'aberrante burocrate autoreferenziale, penoso nelle dicjìhiarazioni, convinto di parlare con bambini di 9 anni neanche troppo svegli invece della consapevolezza di avere di fronte una nazione corretta e civile, esausta di una cosca politica marcia fino al midollo. Mastella crede ancora di potersi nascondere nei ristoranti di via vVeneto come una divinità Inca, Mastella pensa di essere invincibile e considera Noi suoi sudditi ignoranti e indegni dell sua eletta pazienza, siamo al limite dell'incredibile, Mastella pensa di ipnotizzarci ancora con il tubo catodivo e non ha ancora capito che la Rete ha sostituito i giornaliti mezzobusto cortigiani e loro fiancheggiatori, purtroppo non lo ha ancora capito, è questa la cosa grave, non l'ha capito.. Poverino!

Anonimo ha detto...

Mastella vergognati!!!

Vieni a farci la morale a noi??
VAFFANCULO

Anonimo ha detto...

mastella ti odio, il tuo nome accostato al Parlamaento è impronunciabile!
mastella ti odio, non hai un minimo di amore per il tuo Paese... che ormai occupi abusivamente, devi espatriare!
mastella ti odio, continui a fare cagate e come un bambino cerchi di scaricare la responsabilità al Parlamento, al papa e alli mortacci tua... ma VAFFANCULO!!
tornatene a ceppalonia schifoso, e portati quanti più parlamentari possibili... portatevi anche l'areo, nessuno obietterà!
Siete la vergogna dell'Italia
Spero che finisca presto!
p.s. MASTELLA TI ODIO

Anonimo ha detto...

Caro senatore, io sono uno dei tanti che ha pagato di tasca propria i danni che l'indulto ha causato ai cittadini italiani! Se ne vada, si dimetta, � meglio per lei...

biodoctor ha detto...

Ma ha anche pianto mentre lo scriveva??? strappalacrime!!!
ahahaha

Anonimo ha detto...

UNO VIRGOLA QUALCOSA....E PARE CHE IN ITALIA SE NON C'E' LUI NON SI COMBINA NIENTE.
BRAVO PRODI AD AVERLO IMBARCATO UNO COSI' MA TANT'E' CHE DURERA POCO....VDAY

mastella incella ha detto...

un blog è dove finalmente la gente dice quello che pensa di te:

MASTELLA (E MOGLIE):
TORNATEVENE A FARE I MACCHERONI A CEPPALONI!!

gurghet ha detto...

******* <---- insulto a piacere per Mastella

Anonimo ha detto...

Gentile Mastella, la invito a riflettere e a chiedersi i motivi di tanto "accanimento" contro di lei. Abbandoni i pregiudizi e guardi la verità che tutti vedono. La verità è la verità e basta. Il nostro paese (e ci piacerebbe che fosse anche il suo) sarebbe molto ma molto meglio se lei e le persone che hanno potere politico riconoscessero la verità e agissero di conseguenza con etica.
Queste purtroppo sono parole che le persone al potere politico non conoscono più. Noi siamo qui per questo. Ringraziamo beppe grillo per averci aperto gli occhi sul vostro operato di politici e siamo qui per riportare etica alla politica, riprendendocela, interessandocene, guardando e giudicando quello che lei fa; cercando le notizie della verità e non quelle filtrate dai mezzi controllati. Mi auguro che i suoi occhi possano leggere questo commento.

Anonimo ha detto...

MASTELLA................ ma vai a lavorare!!!!!

Anonimo ha detto...

Pastella tu sei stato eletto con i voti della mafia e stai facendo i loro interessi....bastardo.

Cocis!! ha detto...

Vorrei lanciare un'appello a Simona Ventura... perchè non prendete anche Mastella (il giustiziere delle Pagnotte) nel cast da mandare sull'Isola dei famosi.... No!! non credo si possa fare altrimenti dovrete cambiare il titolo della trasmissione in L'ISOLA DEI MAFIOSI. Comunque nel caso in cui accetti .... fateci una cortesia... lasciatelo là per sempre!!

Anonimo ha detto...

[Ho provato a farlo pubblicare ma ancora non e' apparso, dopo 3 gg. Se Mastella considera anche questo tipo di messaggio offensivo, allora lo sono anche le previsioni del tempo :-)]

On. Mastella,

premetto che ho votato per la lista Prodi. Ed aggiungo che non la rivoterei, in gran parte per la totale mancanza - in questi giorni - di integrita' nel "rispondere" al fenomeno Grillo. La strumentalizzazione dell'uso dell'espressione "Alzheimer-Prodi" ne e' solo un esempio. Tutti hanno capito esattamente cosa Grillo intendesse dire e chi suggerisce il contrario finisce solo per allontanarsi dalla gente, che si sente trattata paternalisticamente. Non sono neanche d'accordo con chi dichiara l'espressione "di cattivo gusto", ne' con chi dice che l'unico a doversi sentire offeso e' Prodi. La satira e' strumento efficace e pungente di dialogo politico, di cui la politica ha bisogno. E chiunque decida di divenire una personalita' pubblica ha il dovere morale di non "offendersi". La nozione di offesa non si applica neanche in queste circostanze.

Chi fa politica ad alti livelli ha molte, grandi responsabilita' di fronte ai cittadini, compresa quella di rispettarne l'intelligenza. Pochi, in questi giorni, sono stati all'altezza di questa responsabilita' basilare.

La ringrazio per avermi consentito di esprimere il mio pensiero.

Alessandro Padovano

Anonimo ha detto...

mastellapastella, maiale immondo (ci hai tanti di quei soldi che stai anche ingrassando a dismisura), và ''tranquillamente'' a farti fottere, tu e la tua gentile famigliola. Qui, a ''noialtri'', lo stipendio ce lo hanno addirittura ridotto, ed in maniera DRAMMATICA, mentre voi e tutti quelli che vi orbitano attorno siete ricoperti di valangate e vagonate di AMPIAMENTE IMMERITATI soldi e privilegi: che cazzo ne capite, voi, dei problemi di chi non arriva alla SECONDA settimana del mese, mentre voi (te in particolare) acquistate quote azionarie ed immobili come fossero chicchi di granturco? Sporco infame, a mendicare ai semafori, ti manderei, e con te, TUTTI i politici, nazionali e locali, come te.

Antonio M. ha detto...

Proposte? certo. POtere referendaio al POPOLO, ma PER DAVVERO finalmente! E, al Parlamento, sono un PICCOLO gruppo di persone (propongo in tutto al massimo un centinaio di membri) che si facciano GARANTI della messa in atto delle SCELTE del POPOLO, chè a loro non si deve più lasciar scegliere NULLA. Non sarebbe forse QUESTA della VERA democrazia? Diversamente, se si lasciano le cose così come stanno, avremmo sempre queste ipertrofiche caste che pappano a vita e fan quel che vogliono forti di numeri da capogiro, considerate le estensioni politiche sul teritorio. A proposito, propongo potere referendario AL POPOLO anche per quanto concerne TUTTE le proposte e scelte operative proprio sul territorio, a partire da circoscrizioni, comuni, provincie, sino alle regioni. E, anche in questi casi, pochi membri istituzionali messi lì (sempre e comunque dal popolo INDIVIDUALMENTE eletti, così come da fare al Parlamento!!) che stiano solo ad "interpretare tecnicamente" proposte e scelte popolari e tradurle in atti concreti. Altra cosa? tetto massimo di non oltre 8-10 anni per qualsiasi incarico rappresentativo quale parlamentare o membro di "parlamenti e parlamentini" territoriali. Stipendi giusti ma non da schiaffo alla miseria, privilegi limitati a quanto corretto e TUTTO, ma TUTTO che si interrompa allo scadere del mandato. Bisognerebbe poi anche rivedere le posizioni, i compensi ed i privilegi dei vari managers pubblici. Iniziamo così. E, stiamo attenti: se lasciamo le cose come stanno, quelli ce lo mettono sempre nel culo: vedi cosa han fatto del nostro voto referendario sul voto relativo alla abolizione del finanziamento pubblico dei partiti! Si son spesi fior di miliardi per il referendum. Noi abbiam detto che era il caso che i partiti NON venissero più "pubblicamente finanziati", e loro per tutta risposta si sono inventati come.. ..ottenere comunque -e sempre coi NOSTRI soldi- ipotetici "RIMBORSI" di spese elettorali praticamente spesso MAI sostenute e che ammontano a cifre mostruose, a volte da vero capogiro. Son gente pericolosa, e son troppi. Tanto per iniziare, questi qui bisognerebbe mandarli a casa TUTTI, in blocco, e lasciarli anche senza pensione, chè tanto con tutti i soldi che han messo da parte fino ad oggi (senza considerare TUTTE le altre attività di larghissima fetta di loro..)..!! Posso mandarne qualcheduno affanculo? No? Non è corretto? Allora, magai, ce li mando tutti insieme, e ci mando però anche NOI TUTTI, che continuiamo ad esser così coglioni da continuare agarantirgli la elegibilità.